4 solventi per vernici naturali per toglierlo da ogni superficie

Rimozione o sverniciatura raramente è un lavoro facile. Ogni superficie prende la vernice in modo diverso e ogni tipo di vernice reagisce in modo diverso alle superfici. Aggiungi le condizioni ambientali e la rimozione della vernice richiede un po 'di studio e, di solito, un po' di grasso per gomiti da realizzare.

Per anni la maggior parte dei pittori professionisti e del fai-da-te ha fatto affidamento su svernicianti a base chimica. Sebbene possano fare un buon lavoro, molti sono anche altamente tossici per l'uomo e l'ambiente. L'uso improprio di stripper chimici può causare danni al sistema respiratorio, al cervello, al sistema nervoso e alla pelle.

Uno dei peggiori trasgressori e sostanze chimiche potenzialmente mortali negli svernicianti è il cloruro di metilene. I principali negozi di articoli per la casa hanno ritirato i prodotti che contengono la sostanza chimica dai loro scaffali, ma è ancora prontamente disponibile.

Prima di affrontare un lavoro di rimozione della vernice, prenditi del tempo per leggere le etichette sugli svernicianti commerciali. Oltre al cloruro di metilene, i principi attivi potenzialmente pericolosi includono toluene, metanolo, etanolo e acetone.

Esistono sul mercato solventi per vernici meno tossici. Ma, se si sceglie di utilizzare uno stripper a base chimica, scegliere una formula in pasta che sia meno volatile e tossica e con meno fumi rispetto a una formula liquida. Leggere attentamente le istruzioni e indossare sempre indumenti protettivi inclusi occhiali di sicurezza, guanti e una maschera.

Quattro modi naturali per rimuovere la vernice

Smacchiatori per gel a base di soia

I svernicianti a base di soia contengono metil soia, un estere metilico distillato dall'olio di soia. Questo solvente a base biologica è molto più sostenibile e rispettoso dell'ambiente rispetto ai prodotti a base di petrolio. È a basso contenuto di composti organici volatili (COV), ha una bassa infiammabilità e non contiene sostanze chimiche che riducono lo strato di ozono.

Sicuro da usare su legno, cemento e metallo, questi gel a base di soia funzionano in modo efficace ma impiegano un po 'più di tempo per sollevare la vernice dalla superficie. Il prodotto viene applicato con un pennello (non gocciola!) E può essere lasciato sulla superficie della vernice per diverse ore perché non evapora. Quanto più a lungo rimane una sverniciante a base di soia, tanto più facile sarà la rimozione finale.

Decapanti a base di agrumi

Gli svernicianti a base di agrumi contengono terpeni, composti organici derivati ​​da piante, solitamente arance. Un altro esempio di terpene utilizzato nella rimozione della vernice è la trementina prodotta dalla resina di pino.

I detergenti a base di agrumi in genere hanno un profumo di arancia o di agrumi e, come i gel a base di soia, lavorano più lentamente nella rimozione della vernice rispetto a sostanze chimiche più forti. Sono sicuri da usare su qualsiasi superficie verniciata o verniciata. Mentre questi stripper sono biodegradabili, contengono ancora alcuni prodotti chimici dannosi e devono essere smaltiti correttamente.

Rimozione manuale della vernice

Saltare qualsiasi tipo di sverniciatore può sembrare il metodo più atossico per rimuovere la vernice. Sfortunatamente, ci sono ancora alcuni pericoli dalla vernice stessa, in particolare la vernice al piombo nelle case più vecchie. Se si sceglie di rimuovere manualmente la vernice, indossare sempre una maschera, occhiali di sicurezza e altri dispositivi di protezione.

  1. Raschiare la vernice: l'uso di un raschietto per vernice in plastica o metallo è efficace per rimuovere la vernice scrostata, ma deve essere usato con attenzione per evitare di danneggiare la superficie sotto la vernice.
  2. Usa una pistola termica: una pistola termica può essere utilizzata per sciogliere la vernice in un punto in cui alla fine bolle rendendo più facile la raschiatura.
  3. Sabbia: usare una levigatrice elettrica o rimuovere manualmente la vernice con carta vetrata richiede pazienza e abilità. Fare attenzione a non carteggiare troppo in profondità, altrimenti le superfici saranno permanentemente danneggiate.

Bicarbonato di sodio e acqua bollente

Se hai piccoli oggetti metallici coperti o schizzati di vernice come porte, mobili o accessori per mobili o coperture di uscita, bicarbonato di sodio e acqua bollente possono semplificare la rimozione della vernice. Quando gli oggetti vengono riscaldati, il metallo e la vernice si espandono a velocità diverse causando una rottura del legame.

avvertimento

Utilizzare una pentola capiente che non verrà più utilizzata per cucinare per rimuovere la vernice.

  • Versare almeno un litro di acqua o abbastanza per coprire completamente gli oggetti metallici verniciati nella pentola e aggiungere un quarto di bicarbonato di sodio.
  • Porta l'acqua a ebollizione. Usando le pinze, aggiungi gli elementi dipinti assicurandoti che non si sovrappongano o tocchino i lati della padella. Ridurre il calore e lasciare che gli oggetti rimangano nell'acqua bollente per almeno 15 minuti.
  • Utilizzare le pinze per rimuovere gli elementi caldi per raffreddarli su alcuni giornali o asciugamani monouso.
  • Quando sono abbastanza freddi da maneggiare, usa un vecchio spazzolino da denti o un pennello a setole rigide per rimuovere la vernice rimasta. Potrebbe essere necessario ripetere il processo con un nuovo lotto di acqua e bicarbonato di sodio.
  • Per oggetti in plastica rigida come i coperchi di uscita coperti di vernice, portare a ebollizione l'acqua e la miscela di bicarbonato di sodio, quindi rimuovere dal fuoco. Aggiungi gli oggetti in plastica, ma lasciali in ammollo solo per circa cinque minuti. Rimuovere dall'acqua e rimuovere delicatamente i residui di vernice con un raschietto flessibile.