Come controllare le zanzare naturalmente

Julia Krüger / EyeEm EyeEm / Getty Images

Il controllo naturale delle zanzare richiede un approccio su più fronti per combattere questi parassiti portatori di malattie. Il paesaggio intelligente che limita le loro opportunità di riproduzione può essere la tua migliore difesa in questa battaglia. Allo stesso tempo, vorrai resistere alla tentazione di usare spray chimici per insetti come repellenti. Molte persone ritengono che l'uso di tali spray rappresenti un rischio tanto per la salute quanto farti mordere dalle zanzare.

Quando non lo faranno né spray chimici né punture di zanzara

Trascorri molto tempo ad abbellire il cortile in estate "> Nilo occidentale, encefalite equina orientale e virus Zika. Cedere e lasciarti mordere dalle zanzare può essere mortale. Ma se sei preoccupato per la salute a lungo termine effetti dell'applicazione di spray chimici per insetti sulla pelle, quindi è necessario cercare alternative. Limitare te stesso all'uso di repellenti per insetti sicuri fa parte del controllo naturale delle zanzare.

Cosa c'è di così male negli spray chimici? La National Library of Medicine (NLM) degli Stati Uniti discute di due ingredienti diversi e ampiamente utilizzati negli spray per insetti:

  1. DEET (N, N-dietil-m-toluamide)
  2. Piretrine

Secondo la NLM, l'uso di concentrazioni molto elevate di DEET (oltre il 50%) per un lungo periodo di tempo può causare non solo gravi reazioni cutanee ma anche insonnia e cambiamenti dell'umore.

La stessa fonte afferma che l'uso di spray a base di piretrina può portare a problemi respiratori se si inalano grandi quantità (anche se il consenso generale è che non sono, tecnicamente, tossici). Mentre questi fatti potrebbero non essere particolarmente allarmanti (di per sé), ricorda che non tutti i corpi rispondono alle sostanze esattamente nello stesso modo.

Quando si commette errori sul versante della cautela, supporre che uno spray chimico che potrebbe non disturbare molto il pubblico possa causare gravi danni.

Se prendiamo il "controllo naturale delle zanzare" nel senso più ampio (vale a dire, qualsiasi misura di controllo delle zanzare che ti salva dall'applicazione di spray chimici per insetti), si presentano una serie di opzioni.

Esempi di metodi di controllo delle zanzare naturali e repellenti sicuri:

  1. Oli vegetali che possono essere applicati sulla pelle come repellenti naturali; per esempio, quelli che provengono dalla citronella, dalle piante di ricino o dalle piante di catnip.
  2. Alcuni oli da bagno con qualità repellenti. Molte persone giurano su Skin So Soft di Avon, sebbene sia proprio "Skin So Soft Bug Guard Plus" di Avon a essere commercializzato come il vero repellente per zanzare.
  3. Dispositivi come il magnete della zanzara.
  4. Come ti vesti: evita i vestiti scuri.
  5. Attaccare il problema alla fonte: controllo delle larve di zanzara.
  6. Rimanere organici nella manutenzione del paesaggio in modo da evitare di uccidere i predatori di zanzare.

Probabilmente hai sentito parlare della risposta dell'alta tecnologia al problema: il Mosquito Magnet (e prodotti simili). È un dispositivo che emette un gas che imita il respiro umano naturale, per cui attira le zanzare nella sua camera della morte.

Anche il modo in cui ti vesti può influenzare se soffri di punture di zanzara. Le zanzare sono disegnate su abiti di colore scuro, quindi fai il giardinaggio con abiti di colore chiaro.

Un racconto di due citronelle

Prima di poter discutere correttamente della citronella, dobbiamo specificare esattamente cosa intendiamo con quel termine. Gli olii, ecc. Con cui probabilmente hai familiarità sono derivati ​​dall'erba tropicale, Cymbopogon nardus . Non confondere quest'ultimo con una pianta chiamata Pelargonium citrosa, che è variamente soprannominata "pianta di zanzara", "pianta di citronella", ecc. La sua fragranza può ricordare alla citronella la gente, ma non è correlata al Cymbopogon . Ancora più importante (e nonostante l'hype), la maggior parte degli esperti ora concorda sul fatto che semplicemente non funziona. Cioè, non è efficace nel respingere le zanzare, indipendentemente dal fatto che tu stia vicino alla pianta mentre sei in cortile o schiacci le sue foglie e spargi il succo sulla pelle.

Per quanto riguarda l'efficacia di Cymbopogon nardus, la giuria è ancora fuori. Alcuni lo giurano, mentre altri sono scettici.

I prodotti alla citronella realizzati con Cymbopogon nardus sono ampiamente utilizzati nel controllo naturale delle zanzare. Alcune persone bruciano la citronella in una candela, mentre altre la applicano sulla pelle come olio protettivo. In quest'ultimo caso, la citronella viene talvolta miscelata con altri oli, derivati ​​da piante come la ricino o la catnip.

Misure paesaggistiche che puoi prendere contro le zanzare

Oltre a utilizzare i repellenti per zanzare per proteggere la pelle dalle punture di insetti, puoi anche prendere misure per controllare le zanzare in modo naturale modificando il tuo paesaggio. Poiché le malattie mortali sopra menzionate vengono trasmesse agli esseri umani tramite le zanzare e poiché le larve di zanzare si trovano nell'acqua stagnante, è un gioco da ragazzi cercare di sbarazzarsi di fonti di acqua stagnante nel tuo paesaggio. Ma in cosa consistono quelle fonti può essere tutt'altro che ovvio. Dobbiamo identificare gli angoli e le fessure che sostengono i segni di "benvenuto" per allevare le zanzare e liberarci di loro o renderli meno accoglienti.

Sappiamo che i pesci mangiano insetti. Quindi forse hai pensato: "Peccato che non ci sia un" mosquitofish "che potrei mettere nel mio giardino acquatico per mangiare larve di zanzara." Bene, che ci crediate o no, il mosquitofish non è una bestia mitica. Esiste davvero qualcosa come il mosquitofish, e la loro presenza rende un gioco d'acqua molto meno accogliente per le zanzare.

Di seguito imparerai di più sul mosquitofish. Ma prima, consideriamo i modi per fermare la riproduzione delle zanzare semplicemente regolando i nostri sforzi paesaggistici.

Un'osservazione semplice ma importante da ricordare è che quando le zanzare diventano adulte, governano il cielo. Individuare e uccidere i bug alati è difficile. Ammettiamolo: gli insetti sono piccoli e il cielo è grande. È come cercare di trovare un ago in un pagliaio.

Quindi il controllo delle zanzare che si concentra invece sull'uccisione di larve di zanzare o sulla privazione delle zanzare dei terreni di riproduzione in primo luogo ha molto senso. Se riesci a eliminare le fonti di acqua stagnante nel tuo cortile (in cui nascono le larve di zanzara), stai colpendo le zanzare dove fa davvero male.

Oppure puoi uccidere le larve di zanzara mentre sono ancora confinate nell'acqua. Stanno seduti anatre mentre rimangono senza ali, nuotano in uno stagno artificiale, per esempio, o in una piscina. Perché? Perché si trovano in un mezzo (acqua) contenuto in un'area finita e facilmente gestibile. Questo è il momento di ucciderli. E puoi anche farlo senza ricorrere a sostanze chimiche se preferisci; per esempio:

  1. Utilizzando batteri Bt ( Bacillus thuringiensis ), che attaccano le larve di zanzara ma non rappresentano una minaccia per altre forme di vita. Esistono diversi ceppi di batteri Bt; per un esempio di uno usato per combattere le zanzare, vedi sotto.
  2. O acquisendo i mangiatori di larve di zanzara di cui sopra, il nome "mosquitofish".

Ma prima di considerare i modi per uccidere le larve in aree del tuo paesaggio in cui stai intenzionalmente in piedi acqua stagnante, esaminiamo alcune delle fonti di acqua stagnante che potresti non pensare immediatamente:

  1. Secchi d'acqua e botti di pioggia.
  2. Bottiglie e lattine.
  3. Svuota i vasi di plastica del vivaio e altre probabilità concave e le estremità che hai gettato in una pila dietro il garage.
  4. Vecchie gomme per auto (noti catturatori di pioggia).
  5. Quella carriola che avevi intenzione di portare dentro, non appena hai riparato la sua gomma a terra.
  6. Teloni per barche o coperture per piscine nelle quali l'acqua può bagnarsi.
  7. Aree irregolari in prati o giardini in cui è possibile raccogliere l'acqua di irrigazione.
  8. Grondaie intasate e scarichi intasati.
  9. Vasche per uccelli e ciotole per animali domestici.
  10. Filtraggio da fosse settiche.

Ma questo lascia ancora l'acqua stagnante che desideri mantenere, come quella nelle piscine e negli stagni del giardino. Come puoi controllare o uccidere le larve di zanzara che possono essere in agguato in questi luoghi?

  1. Mantenere le piscine pulite, aerate e clorate.
  2. Un batterio chiamato "Bti" (un ceppo del Bacillus thuringiensis menzionato sopra) viene spesso utilizzato per il controllo delle larve di zanzara in acque stagnanti.
  3. Aerare stagni artificiali. L'idea è di mantenere l'acqua in movimento, usando una pompa. Le zanzare si riproducono solo in acque stagnanti.
  4. Evita la tentazione di ammassare piante acquatiche insieme in stagni artificiali (le larve di zanzara possono nascondersi dai pesci se le piante crescono strettamente insieme).
  5. Stock stagni artificiali con pesci che mangiano larve di zanzara.

Ma quali pesci sono i migliori mangiatori di larve di zanzara? Ciprinidi e pesci rossi sono comunemente usati negli stagni artificiali e fanno un ottimo lavoro nel mangiare larve di zanzara. Ma un altro pesce, Gambusia affinis (e il relativo G. holbrooki ), ha acquisito una tale reputazione di mangiatore di larve di zanzara che gli è stato dato il soprannome già menzionato: "mosquitofish". Questo pesce è, tuttavia, una specie invasiva, quindi non rilasciare nessuno in natura. Usali solo in piccoli giochi d'acqua contenuti.