Pittura per interni a bassa emissione di COV e altre alternative sicure

In questo articolo Espandi
  • Green Seal Standard GS-11
  • Vernice a basso odore o a bassa emissione di COV
  • Vernice Zero o No VOC
  • Vernice atossica o naturale
  • Vernice Ceramica
Torna in cima

Secondo la US Environmental Protection Agency (EPA), la scarsa qualità dell'aria interna rappresenta uno dei cinque principali rischi per la salute. Tra i principali contaminanti dell'aria interna vi sono le pitture, le vernici e i solventi che utilizziamo che contengono composti organici volatili o COV. I VOC sono in genere i più alti nelle vernici a base di olio e in altre finiture, ma sono presenti anche nella maggior parte delle vernici a base d'acqua o "in lattice". L'esposizione ai COV nella vernice può innescare attacchi di asma, irritazione oculare, problemi respiratori, nausea e vertigini, tra gli altri sintomi. L'esposizione prolungata è stata collegata a malattie renali ed epatiche e persino al cancro.

Date le preoccupazioni per la salute dei consumatori e le normative governative aggiornate, negli ultimi anni sono state immesse sul mercato vernici alternative, offrendo formule di alta qualità a prezzi ragionevoli con livelli relativamente bassi di COV. Tuttavia, non tutte le vernici a basso VOC o no VOC sono ugualmente salutari per l'aria interna. Comprendere alcune nozioni di base sugli standard VOC può aiutarti a scegliere una vernice che soddisfi i tuoi requisiti di sicurezza.

Green Seal Standard GS-11 per vernici a basso odore o a bassa emissione di COV

Gli standard volontari per il contenuto di COV nei prodotti vernicianti alternativi sono stati stabiliti da Green Seal®, un'organizzazione indipendente senza fini di lucro che stabilisce standard per prodotti ecologici o "ecologici". La certificazione Green Seal per lo standard GS-11 si basa sul contenuto di COV, l'assenza di sostanze chimiche, la durata e le prestazioni, tra gli altri criteri.

L'organizzazione Green Seal stabilisce standard molto più rigorosi rispetto all'EPA per livelli accettabili di COV nella vernice. Per la vernice interna, l'EPA consente livelli di 250 grammi per litro (g / L) per la vernice a base d'acqua e 380 g / L per la vernice a base di olio, mentre Green Seal consente solo 50 g / L per la vernice piatta e 150 g / L per altri tipi di vernice.

La certificazione Green Seal vieta anche l'uso di molti prodotti chimici tossici comunemente usati nelle vernici convenzionali:

  • Alometani (cloruro di metilene)
  • Etani clorurati (1, 1, 1-tricloroetano)
  • Solventi aromatici (benzene, toluene, etilbenzene)
  • Etileni clorurati (cloruro di vinile)
  • Aromatici polinucleari (naftalene)
  • Clorobenzeni (1, 2-diclorobenzene)
  • Esteri di ftalato
  • Prodotti organici semi-volatili vari (isoforone)
  • Metalli pesanti e loro composti (antimonio, cadmio, cromo esavalente, piombo, mercurio)
  • Conservanti (formaldeide)
  • Chetoni (metiletilchetone, metil isobutilchetone)
  • Prodotti organici volatili vari (acroleina, acrilonitrile)

Vernice a basso odore o a bassa emissione di COV

Non esiste uno standard obbligatorio chiaro per ciò che costituisce una vernice "a bassa emissione di COV" o "a basso odore". Anche gli standard volontari esistenti non includono i COV che potrebbero essere presenti nel pigmento di colore aggiunto alla vernice nel negozio di vernici. E proprio come la maggior parte del marketing "biologico" del nostro latte e dei nostri alimenti, alcune aziende usano questi termini in modo approssimativo per scopi di marketing. Inoltre, poiché questi termini sono confusi, molti commessi potrebbero non conoscere il contenuto VOC effettivo di una vernice. Spetta in definitiva a te leggere le etichette per vedere se la vernice soddisfa o supera lo standard Green Seal GS-11.

Basso odore e basso VOC sono termini usati per descrivere il contenuto di VOC che soddisfa lo standard EPA meno rigoroso di 250 g / L per le vernici al lattice o 380 g / L per la vernice a base di olio. Ma ecco dove diventa confuso. Una vernice può essere etichettata "Low VOC" ed essere significativamente migliore di questi standard. Ad esempio, se si acquista una vernice certificata Green Seal, il contenuto massimo di VOC sarà di 50 g / L per vernice piatta o 150 g / L per altra vernice, non 250 g / L, secondo lo standard EPA.

Per vernici a COV veramente basse, dovresti cercare una gamma di COV compresa tra 10 e 25 g / L.

Vernice Zero o No VOC

La vernice Zero-VOC o No-VOC è un termine improprio, poiché queste vernici contengono livelli molto bassi di COV. Di solito, le vernici commercializzate con questi titoli avranno livelli di COV inferiori a 5 g / L. Anche quando si aggiunge un pigmento colorato nel negozio di vernici, che può aggiungere da 2 a 5 g / L di COV, il contenuto totale di COV per la vernice mista deve essere inferiore a 10 g / L, il che è eccellente.

Questo è il più basso possibile per il contenuto di COV nelle vernici offerte dalle più grandi aziende di vernici. Per ottenere un contenuto di COV inferiore a questo, è necessario utilizzare vernici atossiche o naturali più costose e meno facilmente disponibili.

Vernice atossica o naturale

Le vernici atossiche e naturali sono prodotte principalmente da aziende di pittura alternative. Questi prodotti possono essere più difficili da trovare rispetto alle vernici convenzionali e potrebbe essere necessario ordinarli online. Sono realizzati con ingredienti naturali e, sebbene siano ecologici e salutari, potresti riscontrare alcune differenze di prestazioni nel modo in cui la vernice copre (o non lo fa) e scorre via dal pennello. Basta essere consapevoli del fatto che queste vernici non si comportano tutte come quelle prodotte in serie che conosciamo.

Detto questo, le vernici atossiche o naturali sono sicure quanto la vernice. I loro ingredienti grezzi sono tutti naturali e includono cose come:

  • acqua
  • Oli vegetali (come gli agrumi)
  • Coloranti vegetali
  • Minerali naturali, come l'argilla
  • Proteine ​​del latte
  • Lattice naturale
  • cera d'api
  • Coloranti per terre e minerali e altri ingredienti

La nuova alternativa: vernice ceramica

La prossima generazione di vernici a basso contenuto di COV è arrivata con l'avvento della vernice ceramica. Non è indicato per l'uso sulla ceramica, ma è piuttosto una normale vernice per pareti interne che utilizza microscopiche perle di ceramica come componente chiave del film di pittura. Le perle di ceramica aggiungono resistenza e lavabilità alla vernice, rendendola più resistente alle macchie e di maggiore durata rispetto alle vernici convenzionali. Ci sono vernici ceramiche sul mercato con livelli di COV fino a 20 g / L.