Una regola empirica per quando potare gli arbusti da fiore

Jennifer Boggs / Blend Images / Getty Images

"Esiste una regola empirica generale per quando potare gli arbusti da fiore">

Innanzitutto, scopri perché stai potando (Sì, i vantaggi sono reali)

Per rispondere alla domanda su quando potare gli arbusti da fiore, dobbiamo prima determinare il motivo dietro la potatura. Desideri ringiovanire i cespugli invasi e trascurati attraverso la potatura? O questa deve essere semplicemente una potatura di routine per mantenere gli arbusti da fiore entro determinate dimensioni? Ognuno ha il suo tempo e il suo posto.

In genere, desideriamo potare gli arbusti da fiore per modellarli o mantenerli entro certi limiti, ma temiamo che perderemo i fiori di quest'anno se potiamo nel momento sbagliato, quindi le paure fondate che iniziano i giardinieri hanno circa potatura.

Prima di mettere a tacere quelle paure, vorrei affrontare una domanda molto diversa che alcuni principianti hanno: perché preoccuparsi della potatura? Se hai spazio sufficiente per consentire a una pianta di diventare più grande possibile, c'è ancora qualche incentivo a potarla? La risposta è si. I benefici della potatura degli arbusti da fiore sono reali e due di questi che vale la pena menzionare qui sono i seguenti:

  1. Sarai in grado di mostrare un arbusto fiorito al massimo vantaggio se impari a potarlo saggiamente. Un singolo ramo che sporge goffamente può rovinare l'aspetto di un cespuglio, così come la presenza di rami morti. I rami che si sfregano l'uno contro l'altro lo fanno a discapito di entrambi, non solo in termini di aspetto, ma anche in termini di salute. Nel caso degli arbusti nutritivi, la crescita indesiderata può diventare disordinata e persino la forza della linfa dall'intera pianta.
  2. Come se tutto ciò non bastasse, un ulteriore vantaggio della potatura corretta di un arbusto fiorito è che finirà per fiorire meglio.

Potatura di routine, potatura di ringiovanimento e tecniche di base

Ecco la regola generale per sapere quando potare una particolare pianta:
Se stai eseguendo una potatura di routine, osserva le abitudini di fioritura degli arbusti:

  1. Per gli arbusti che fioriscono in estate o cadono sulla crescita dell'anno in corso, come il beautyberry ( Callicarpa dichotoma ), potare alla fine dell'inverno o all'inizio della primavera.
  2. Per gli arbusti che fioriscono in primavera durante la crescita dell'anno scorso (ad es. Forsizia ), potare dopo che le loro fioriture iniziano a morire.

Per quanto riguarda come condurre tale potatura di routine, l'estensione Purdue lo riassume elencando tre tecniche. Li elenchiamo di seguito, iniziando dal tipo più mite e finendo con il tipo che comporta il taglio della maggior quantità di vegetazione:

  1. Pizzicare è proprio quello che sembra: usando le dita (le unghie lunghe aiutano), pizzichi piccole quantità di vegetazione sulla punta dei rami.
  2. Tornare indietro comporta accorciare i rami, usando i tuoi potatori. Il taglio si estenderà "indietro a una buona gemma o ramo laterale".
  3. Nel diradamento, si apre l'interno dell'arbusto potando indietro i rami selezionati fino al "ramo principale, tronco o linea del suolo".

Se stai potando gli arbusti da fiore per ringiovanirli, il momento migliore per potare è la fine dell'inverno o l'inizio della primavera. È vero, potare gli arbusti a fioritura precoce in questo momento ridurrà o eliminerà la fioritura in primavera quell'anno, ma il compromesso sta nel guadagnare arbusti più sani che fioriranno più vigorosamente a lungo termine. La potatura di ringiovanimento viene comunemente eseguita su cespugli di lillà ricoperti di vegetazione. Sono uno degli arbusti che rispondono bene a questo tipo di potatura. È un tipo drastico di potatura, ma non è così spaventoso come sembra, perché ogni anno stai solo eliminando 1/3 dei rami che escono dal terreno. Inizi con il 1/3 più vecchio del primo anno. Il secondo anno, ritaglia un altro 1/3 dei rami più vecchi rimasti. Il terzo anno, elimini i rami più vecchi che rimangono, lasciando solo i rami più giovani. L'idea è di fare in modo che i rami più giovani (e, presumiamo, più sani) prendano il sopravvento e "diventino" il cespuglio di lillà. "Ringiovanire", dopo tutto, significa "fare di nuovo giovane".

Che dire di Evergreens?

Si noti che il consiglio di cui sopra è stato sulla potatura dei cespugli decidui, al contrario dei tipi sempreverdi. Decidere quando tagliare i cespugli sempreverdi è un po 'più complicato perché devi prima determinare se l'arbusto in questione è un tipo a foglia larga (che, come i cespugli decidui, può essere coltivato in gran parte per la sua fioritura) o un tipo con ago .